Impegno, qualità e attenzione ai cambiamenti del mercato sono tra i must dell’azienda torinese leader nel settore della frutta secca, disidratata e dei legumi

Author: LOREDANA CARENA

Exica è una tra le principali realtà imprenditoriali, nate in Piemonte, e da sempre a conduzione familiare, leader nel settore ortofrutticolo, che ha chiuso il bilancio 2023 con un fatturato di circa 14 milioni di euro.

Azienda giovane non per fondazione, nasce, infatti, nel 1908 con la famiglia #Borgnino, ma per direzione. A capo di Exica ci sono i fratelli #Rovetta, (eredi Borgnino), Edoardo, classe 1999, recentemente nominato AD con delega universale, ed Emanuele, classe 1997, AD con delega commerciale. L’azienda è stata da poco divisa in due società: Borgnino Vittorio Srl, per la parte produttiva, ed Exica Srl, per la parte commerciale.

“La svolta decisiva dell’attività di famiglia – racconta Edoardo Rovetta – è avvenuta quando i genitori di Vittorio Borgnino, il mio bisnonno, decisero di ampliare la precedente attività commerciale, trasformandola in una moderna realtà all’ingrosso in via Borgo Dora a Torino. Nel 1934 venne trasferita al MOI, i Mercati Generali di via Giordano Bruno”.

La seconda guerra mondiale rappresentò una battuta d’arresto per l’attività anche a causa dei danni ai magazzini dovuti ai bombardamenti. Vittorio Borgnino non si perse d’animo e, portata la famiglia al sicuro ad Usseglio, rimase a Torino riprendendo il commercio ortofrutticolo partendo da una sola cassa di limoni, che riuscì a vendere integralmente. Il ricavato della vendita gli servì per comprarne altre in una successione di crescita in modo da fare ripartire l’azienda. “Mio papà racconta spesso a me e a mio fratello la storia della cassa di limoni”. Spiega, sorridendo, Edoardo. La cassa di limoni, infatti, viene considerata, metaforicamente, come simbolo dell’impegno e del sacrificio che servono per fare crescere e per consolidare l’azienda.

Alla morte di Vittorio Borgnino l’attività venne portata avanti dal ramo femminile della famiglia, la moglie e la figlia, proseguendo la filosofia iniziale di ampliare il mercato come esplica il nome stesso Exica, acronimo di EXport Import Commercio Alimentare. 

Con la chiusura del MOI i Mercati Generali furono trasferiti al #CAAT, Centro Agro Alimentare di Torino, con sede a #Grugliasco, posizione più favorevole per il commercio con tutto il nord ovest dell’italia, con la Francia e con la Svizzera e per la gestione della logistica dei mezzi di trasporto.

Exica arriva al CAAT nel 2001 con uno spazio di circa 1000 mq destinato alla vendita dei prodotti a marchio Exica, ma anche a merce complementare come conserve, succhi di frutta, salumi confezionati, ecc… “E’ necessario seguire le richieste del mercato che cambia – spiega, con professionalità e passione, Edoardo – Oltre a fornire prodotti sempre freschi e controllati, grazie ad un ufficio qualità interno all’azienda, per essere competitivi dobbiamo rispondere alle esigenze commerciali che si trasformano rapidamente”.

Tra i must di Exica c’è l’attenzione alla scelta del prodotto iniziale, alla sua lavorazione, come tostatura, essiccazione a freddo, ecc… che può avvenire negli stabilimenti Exica di Grugliasco, poco distanti dal CAAT, o essere delegati a terzi. La rete di fornitori è #internazionale ed in continua espansione. Ad esempio le noci vengono importate dalla #Francia e, da quest’anno anche dall’Ucraina; i datteri da #Israele; le arachidi dall’Egitto; le nocciole dall’Oregon e dal Cile, oltre che dal #Piemonte. I fornitori vengono scelti con attenzione e, sempre, dopo accurati sopralluoghi in loco per visionare come avvengono raccolta, conservazione e stoccaggio del prodotto.

L’azienda degli Eredi Borgnino privilegia, quando è possibile, la produzione locale. “Acquistiamo le #castagne in Val Varaita da produttori – raccoglitori locali con cui si è instaurato un rapporto di fiducia che si rinnova di anno in anno”. Spiega, con tono divertito, Edoardo, ricordando i momenti delle contrattazioni che, spesso, avvengono in un dialetto piemontese tipicamente valligiano.

Nel 2020 l’attività ha subito alcuni cambiamenti strutturali sempre nell’ottica dell’innovazione e dell’implementazione dei prodotti a marchio Exica non solo su larga scala, ma anche al dettaglio con l’e-commerce e con l’apertura di due #flagship Eredi Borgnino.

 

Tre anni fa, infatti, è stata aperta nel centro storico di #Pinerolo la prima boutique monomarca con la collaborazione di CredenzaGroupil gruppo di ristorazione torinese di cui fanno parte il ristorante stellato La Credenza di San Maurizio Canavese e, ad Orbassano, lo stellato verde, Casa Format, e la pizzeria SP 143.

Recentemente, nel 2022, è stato inaugurato a #Torino in via della Rocca n. 10 H, in una ex-fabbrica di pianoforti totalmente riqualificata, il bistrot – cocktail bar Eredi Borgnino. Oltre alla vendita al dettaglio dei prodotti Exica, è possibile degustare sfiziosi piatti gourmet e assaggiare originali drink ideati dal cocktail creator, Andrea Dracos. Ovviamente, punto di partenza di ogni food and drink sono i prodotti Exica.

(Foto ufficio stampa: “Emanuele, Vittorio ed Edoardo Rovetta”)

Leggi anche: https://www.antichitafiorio.com/eredi-borgnino-prima-call-for-artists-loredana-carena/

 

Translate »